Digital economy e gender gap: siamo pronti all’appuntamento con l’Agenda 2030?
14:00 - 15:00 - 23/11/2017 Silver
Pagamenti e Società Digitale

Liliana Fratini Passi, Direttore Generale Consorzio CBI

Moderatore

L’Italia da tempo sta lavorando per raggiungere tutti gli obiettivi dell’Agenda 2030 ed in particolare il quinto obiettivo è “raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze”.

Del resto non vi può essere innovazione e crescita della digital economy senza tener conto di tutti i fattori e senza affrontare il gender gap.

Sarà importante partire dalla scuola ed educare le nuove generazioni, indipendentemente dal genere, alle materie STEM - scienze, tecnologia, ingegneria e matematica.

Iniziative in tal senso sono state già state avviate sin dalle scuole primarie, come ad esempio il “coding”. Sono però ancora poche e promosse da privati. Ricerche dimostrano che poche ragazze ancora scelgono studi scientifici.

L’Italia sta dimostrando un trend positivo nella gestione della parità di genere, ma ancora c’è molto da fare.

 

Nella sessione, autorevoli relatori approfondiranno il tema da un punto di vista istituzionale, sociologico e culturale per fare un punto sullo stato dell’arte nel raggiungimento in Italia del quinto obiettivo dell’Agenda 2030 e sul ruolo delle donne nella rivoluzione digitale del nostro Paese.

Relazioni:

Valeria Caso, ESO
Renato Fontana, Sapienza Università di Roma - Due o tre cose sulla questione di genere. Lavoro, Disoccupazione, Carriera
Liliana Fratini Passi, Consorzio CBI
Cristina Liverani, Doxa - Interessi, scelte e visione del futuro

In collaborazione con